Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

16 Agosto: una data per tutti

Categoria: Società
Pubblicato Mercoledì, 14 Agosto 2013 14:45
Scritto da Francesco Gualdi
Visite: 2128
Нравится

A Rimini, andando da Piazza Cavour verso l’Arco d’Augusto, ci si trova a dover passare per Piazza Tre MartiriMa chi sono questi tre martiri, e soprattutto, martiri di cosa? Tutto cominciò l’8 Settembre 1943 con il famoso armistizio. Da allora iniziò la Resistenza. Mario Capelli, Luigi Nicolò e Adelio Pagliarani erano partigiani della 29ª Brigata GAP "Gastone Sozzi". In seguito alla cattura e tortura di un loro compagno, furono individuati e catturati, e subito impiccati dai nazifascisti il 16 Agosto 1944.

Da quasi 10 anni, ogni 16 Agosto a Rimini si ricorda quest’avvenimento con uno spettacolo o un concerto, organizzato dall’ANPI (Ass. Naz. Partigiani d’Italia). Negli ultimi anni, nomi importanti hanno solcato questo palco, dai Mercanti di Liquore a Bobo Rondelli, finanche ad Ascanio Celestini. Quest’anno, giunti ormai al 69° anniversario da quel lontano 1944, si terrà invece il concerto degli Yo Yo Mundi (presso la corte degli agostiniani alle ore 21).

 

Ma perché è così importante ricordare ancora dopo tutti questi anni? Perché il ricordo di tre giovani vite stroncate deve portarci ogni anno a partecipare a questa manifestazione? Perché non se ne può più “di quarant'anni di governi democristiani incapaci e mafiosi”, perché non è vero che la Kyenge assomiglia a un orango, perché un ragazzo non può uccidersi a 14 anni in quanto omosessuale, perché Forza Nuova non può fare impunemente blitz e manifestazioni…

Perché questa “cosa sporca che ci ostiniamo a chiamare Democrazia”, diventi sempre più una cosa bella e pulita, vanto per un’Italia ormai alla deriva.

Comments:

Download SocComments v1.3