Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

22 Aprile: Storie di ordinaria resistenza con Gaetano Alessi a Rimini

 
 
 
DOMENICA 22 APRILE
RIMINI
PIAZZA CAVOUR
ORE 16.00
 
Gruppo Antimafia Pio La Torre, 
in collaborazione con ANPI Rimini, 
organizza:
 
Lezione pubblica in piazza, aperta a tutti
STORIE DI ORDINARIA RESISTENZA "IN TOUR"
 
Gaetano Alessi presenta
LE EREDITA' DI VITTORIA GIUNTI
 
Pochi conoscono la storia e l’identità della prima donna sindaco di Sicilia. Vittoria Giunti, siciliana di adozione, per scelta d'amore, comunista e partigiana, fu la prima donna a ricoprire la carica di sindaco in Sicilia, tra i primi sindaci d’Italia, dopo il fascismo.
 
Classe 1917, fiorentina di origine, di famiglia antifascista, di tradizione ottocentesca per la libertà e il rispetto della persona fa una scelta di impegno, necessaria e sentita: diventa partigiana e lotta per la liberazione e la libertà. Il suo trasferimento in Sicilia la porterà a conoscere un'altra Resistenza, quella contro la mafia del feudo e per l’emancipazione femminile. In un'epoca di povertà e arretratezza, Vittoria conquista i siciliani, che per lei avranno parole di stima e affetto perché le riconoscono l'onestà intellettuale, l'amore per gli ideali, veri e universali, rappresentati fortemente dal Partito Comunista, per il quale milita e agisce rispondendo al sogno di libertà che aveva visto realizzare nell'Italia del 25 aprile del 1945. 
 
Spinta da questo entusiasmo Vittoria Giunti diventerà sindaco a Santa Elisabetta (AG), nel 1956. Quarant’anni dopo, avanti con l’età, ma mai doma si ergerà a baluardo di un gruppo di ragazzi che da soli si opporranno a Raffadali (AG) alla più potente famiglia politico/mafiosa della Sicilia: quella dell’ex governatore di Sicilia Totò Cuffaro che proprio in quel paese ha avuto i natali. Una terza “Resistenza” che passando dal tritacarne della mafiosità vedrà otto anni dopo i ragazzi vincere e la partigiana Vittoria andare via portando con se l’amore di un’intera comunità.
 
 
GAETANO ALESSI
nasce a Raffadali, è giornalista free lance, editorialista di Articolo 21, fondatore del giornale AdEst e vincitore nel 2011 della sezione giovani del Premio "Giuseppe Fava" per il giornalismo.
Dal 2011 è coordinatore del laboratorio di giornalismo antimafia intitolato a Roberto Morrione e rivolto agli studenti di giurisprudenza e scienze politiche dell'università di Bologna, all'interno del corso universitario "Mafie e antimafia"
 
 
Prima e durante l'incontro sarà possibile visitare la mostra itinerante a pannelli, da noi curata e inerente a Pio La Torre, la cooperativa Lavoro e non solo e le infiltrazioni mafiose in Romagna
 

L'evento su FB: CLICCARE QUI
Aiutateci a diffondere presso i vostri contatti e-mail e non solo
 
Vi aspettiamo Domenica 22!!
 
 
 
 

Comments:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla