Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

Siamo tutti Telejato - Serata benefit a Rimini

Categoria: Eventi
Pubblicato Mercoledì, 27 Giugno 2012 14:29
Scritto da Super User
Visite: 1215
Нравится
Siamo tutti Telejato - Serata benefit a Rimini
 
 
 
SIAMO TUTTI TELEJATO - SERATA BENEFIT

VENERDì 29 GIUGNO
CSA GROTTAROSSA
VIA DELLA LONTRA, 40 - RIMINI


La serata nasce per dare supporto e manforte a Telejato e al suo direttore Pino Maniaci.
Telejato è un'emittente televisiva con sede a Partinico e nota principalmente per la sua opera di informazione orientata alle notizie relative alla criminalità organizzata, alle speculazioni e al degrado politico del territorio.
Nel panorama informativo italiano Telejato è di fatto il punto di riferimento per redazioni e giornalisti nazionali che ricercano notizie nell'area di operatività dell'emittente (Ambiente Italia, Le Iene, Sciuscià, giornalisti de l'Unità, de Il Foglio, di Liberazione, del Corriere della Sera, di La Repubblica).

Tra i collaboratori dell'emittente vi è anche Salvo Vitale, già conduttore con Peppino Impastato di Radio Aut.
Pino Maniaci, giornalista e direttore di Telejato, è stato più volte minacciato dalla mafia ed ora, dopo molte lotte, petizioni e pressioni, il telegiornalista si appresta a fare il suo ingresso nel digitale terrestre (la sua piccola emittente comunitaria, rischiava di essere esclusa dalla digitalizzazione a causa del beauty contest. E stiamo parlando, come Pino ama ripetere, della televisione più vista dai mafiosi, trasmettendo in tutto il territorio del corleonese...)
Con questo passaggio è emerso un problema: i costi per passare al digitale sono molto alti e Pino si sta facendo carico, in proprio, della ristrutturazione delle macchine da presa e di tutte le attrezzature tecniche. In tutto servirebbero 30.000 euro, di cui 17.000 già raccolti tra fondi suoi e di altre donazioni.
Anche noi a Rimini potremmo contribuire, anche simbolicamente, a questa impresa.
Se non siete ancora convinti, vi consigliamo di vedere il video trasmesso su Mtv nel programma “Il Testimone”: http://ondemand.mtv.it/serie-tv/il-testimone/s03/il-testimone-s03e01
La serata sarà così organizzata:
Ore 19:30Aperitivo/buffet con i prodotti dei terreni confiscati alle mafie
Ore 21:00Reading teatrale e presentazione della graphic novel “Non è finito tutto” dedicata a Antonino Caponnetto
. Presenti l'autore Luca Salici e Danilo Chirico dell'associazione Da Sud
Palermo, luglio 1992. Sono i giorni della strage di via D'Amelio. "È finito tutto" dice uno scosso Antonino Caponnetto a un giornalista, uscendo dall'obitorio dopo l'ultimo saluto a Paolo Borsellino. Il giudice in pensione, padre del pool antimafia, è l'ambasciatore di un'Italia che non ha più uomini presentabili. "Chi ci difende ora? Dov'è lo Stato?", gli chiedono le persone. Le stesse domande sentite due mesi prima in occasione della morte di Giovanni Falcone.
L'ex Capo Ufficio Istruzione è il simbolo di una città, di un Paese, che si rialza dall'ennesimo schiaffo. Il rammarico per quella frase detta in un momento di sconforto è un motivo in più per farsi coraggio, per riprendere le forze e la speranza, e lavorare sul cambiamento culturale e sulla lotta alla mafia. È l'inizio della primavera palermitana. Nella sua "preghiera laica", al funerale di Borsellino, c'è il progetto dei dieci anni seguenti: Caponnetto diventa il primo rappresentante della società civile, gira l'Italia per testimoniare nelle scuole la sua esperienza e portare avanti le idee dei magistrati uccisi dalla mafia.
Ospite speciale: David Oddone de L'Informazione di S. Marino, coautore del libro Mafie a San Marino.
David Oddone è nato a Milano il 23 settembre del 1979. Vive in Emilia-Romagna da 15 anni. E’ un giornalista professionista. Dal 2006 lavora a San Marino. Ha lavorato per La Voce di Romagna e Il Messaggero. Oggi lavora per L’informazione di San Marino. E’ stato oggetto di intimidazioni anonime perché si occupato di criminalità, infiltrazioni mafiose e reati finanziari. Dopo che i suoi servizi sono stati ripresi da importanti quotidiani come il Corriere della Sera e il Sole 24Ore, e a seguito della sua partecipazione alle trasmissioni televisive Ballarò ed Exit, ha ricevuto, per la seconda volta in pochi anni, una minaccia di morte.

TUTTI I PROVENTI DELLA SERATA SARANNO DESTINATI A SUPPORTARE LE ATTIVITA' E GLI IMPEGNI ECONOMICI DI TELEJATO.

Promuovono la serata
Vedo Sento Parlo, Gruppo Antimafia Pio La Torre, La fabbrica di Nichi di Rimini, Gruppo culturale Il Caffè, Gruppo dello Zuccherificio, A.k.a.p., Premio Ilaria Alpi, Dissonanze, C.s.a. Grottarossa, Arci Rimini, Cgil Rimini, Anpi Rimini, Da Sud
 
 
 

Comments:

Download SocComments v1.3