Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

30 Aprile

Categoria: Non categorizzato
Pubblicato Mercoledì, 30 Aprile 2014 08:34
Scritto da Stefano Biagianti
Visite: 13693
Нравится

 

 

Duecento giorni a Palermo
la strada era una preghiera
si colorò di rosso sangue
quella mattina di primavera

 

Così cantavano i GANG per ricordare l'omicidio di Pio La Torre e quel 30 Aprile del 1982, sporcato dal sangue del segretario della Regione Sicilia del PCI e da quello del suo autista Rosario Di Salvo.

Anche quest'anno il 30 Aprile è arrivato, ma affinchè non passi nell'indifferenza, vorremmo ricordare quest'uomo che ha dato la vita per gli ideali di pace, giustizia e uguaglianza che lo animavano.

Il GAP deve tanto a Pio La Torre e anche quest'anno vogliamo in queste poche righe tributargli il ricordo che merita, perché grazie a lui esistono luoghi sottratti al potere mafioso e restituiti alla collettività come simbolo della vittoria dello Stato (pur con tutte le sue lacune e contraddizioni) sulla mafia.

I beni confiscati al sud sono un esempio lampante di come si possa creare economia sana e legale dove prima vi era solo sopraffazione e violenza.

Il Gruppo Antimafia Pio La Torre continuerà a monitorare il territorio per far sì che anche nel riminese i beni presenti possano diventare simbolo di riscatto e di solidarietà e non vengano abbandonati dalle istituzioni.

Comments:

Download SocComments v1.3