Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

Un'ulteriore considerazione sull'aeroporto di Rimini

Categoria: Rimini
Pubblicato Domenica, 28 Settembre 2014 19:03
Scritto da Davide Vittori
Visite: 2492
Нравится

 

Aeroporto Federico Fellini

 

L’aeroporto di Rimini è sempre più al centro delle cronache nazionali: l’Espresso ha difatti pubblicato un articolo in cui vengono analizzate le varie proposte per la gestione del Fellini.

Come Gruppo Antimafia Pio La Torre, avevamo segnalato qualche anomalia - in termini di opportunità politica - su una delle quattro proposte pervenute all’Enac. Non avevamo notizie rilevanti, invece, sulle altre tre contendenti, anche se era stato trovato qualche indizio sulla cordata russa in alcuni siti internet, di cui però non abbiamo potuto riscontrare l’attendibilità.

L’Espresso, da un lato, conferma la nostra principale preoccupazione concernente la possibilità di creare una dogana sammarinese all’interno dell’aeroporto riminese, sfruttando due zone demaniali appartenenti al Titano: il rischio di creare un porto franco, a nostro avviso, è dietro l’angolo perché San Marino non sembra disporre né dei mezzi né dell’esperienza per fornire controlli su quanto potrebbe transitar dal Fellini. Per non parlare della possibilità di riciclaggio di denaro: le banche sammarinesi si sono dimostrate poco trasparenti negli ultimi anni e spesso sono state travolte da scandali che hanno visto come protagonisti esponenti contigui alla criminalità organizzata. Se oltre alle merci transiterà il denaro per la dogana sammarinese, è lecito porsi il problema se questo flusso di contanti sarà tracciabile o se finirà in qualche oscuro conto corrente.

Dall’altro lato, il settimanale di Manfellotto segnala anche la strana posizione della cordata Ariminum, il cui “regista” sarebbe Florio Fiorini, ex direttore finanziario dell'Eni e "vecchia conoscenza della finanza italiana e delle aule di Tribunale". Come nel caso segnalato tempo addietro, anche qui non possiamo che interrogarci sull’opportunità di questa scelta, qualora queste notizie siano vere.

L’aeroporto di Rimini è un asset strategico per la città e per i lavoratori presenti e futuri della struttura: a noi interessa non solo che la scelta dell’Enac sia la migliore possibile, ma che abbia un avvenire, senza che le nubi del passato offuschino il business futuro.

 

Comments:

Download SocComments v1.3