Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

Criminal Minds: seconda udienza

Categoria: Rimini
Pubblicato Mercoledì, 26 Giugno 2013 18:28
Scritto da Patrick Wild
Visite: 3501
Нравится

 

Criminal Minds Rimini

  

Seconda udienza del filone principale del processo Criminal Minds, il cui dibattimento si è aperto il 9 maggio scorso davanti al collegio del Tribunale di Rimini, presieduto dal giudice Di Patria. 

Fulcro dell'udienza è stata la posizione processuale di Claudio Vitalucci, l'imprenditore anconetano rinviato a giudizio per tentata estorsione ai danni del "collega" sammarinese Marco Bianchini, dominus dell'universo B-Holding. 

E la decisione del collegio di quest'oggi verteva proprio sul decreto di rinvio a giudizio emesso in sede di udienza preliminare nei confronti di Vitalucci, dall'avvocato difensore di quest'ultimo da considerare nullo in quanto non era stato effettuato l'interrogatorio al termine delle indagini preliminari, così come richiesto invece dall'allora indagato. 

Dopo una riunione in camera di consiglio, il Collegio ha infine ammesso l'eccezione, disponendo la nullità del decreto di rinvio a giudizio e ordinando la trasmissione agli atti al pubblico ministero. Il processo è quindi proseguito con la nomina del perito per la trascrizione delle intercettazioni. 

Per questo filone di indagine, dunque, tutto rinviato al 26 di settembre, per la terza udienza.
Un altra tranche di Criminal Minds affollerà invece le aule del Tribunale di Rimini il 5 luglio prossimo, quando alla sbarra degli imputati si presenterà l'avvocato Guglielmo Guerra (difeso dall'avv. Stefano Caroli), con la grave imputazione di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, nell'ambito del filone denominato molto pittorescamente "Misano Connection".


*Aule molto trafficate, quelle del Palazzo di Giustizia di Rimini, stamane. A processo anche Pietro Pace (luogotenente di Giacomo Riina, zio di Totò, in Romagna) per truffa, Vincenzo Cacace (del clan camorristico dei Mazzarella, di stanza a Riccione) per ricettazione, oltre a Salvatore Pascarella, colui che gambizzò lo 'ndranghetista Giovanni Lentini in pieno giorno in Viale Ceccarini a Riccione, l'11 febbraio 2005. Pascarella è comparso in aula come imputato per l'estorsione ai danni dell'imprenditore sammarinese Marco Cit, benché ai tempi furono condannati solo il padre di Pascarella (Giovanni, altro personaggio coinvolto in Criminal Minds) e altri tre soggetti. Pascarella era stato giudicato separatamente in abbreviato presso il Tribunale di Bologna, ora ai domiciliari a Santarcangelo di Romagna.


Patrick Wild

 

Comments:

Download SocComments v1.3