Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo

Criminal Minds: inizia il processo

 

Criminal Minds

 

Giovedì 9 Maggio, davanti al Tribunale di Rimini in composizione collegiale ha avuto luogo la prima udienza del filone principale di Criminal Minds

La complessa vicenda era venuta alla luce in seguito ad una lunga e articolata indagine della Guardia di Finanza di Rimini, che il 17 gennaio del 2012 aveva portato all'esecuzione di 30 ordinanze di custodia cautelare tra Rimini e San Marino (dove sono state inviate richieste di estradizione). 

Il tutto sarebbe nato da una presunta attività di dossieraggio industriale commissionata dal patron della Karnak Marco Bianchini all'investigatore privato Salvatore Vargiu (il quale nel famigerato "Memoriale K" si vantava di controllare l'intero territorio sammarinese 24h su 24 anche attraverso un elicottero). Da lì le Fiamme Gialle sono arrivati a scoprire la vicenda di reciproche minacce e violenze tra Bianchini e l'imprenditore anconetano Claudio Vitalucci, a causa di una somma 3 milioni di euro pretesa dal primo per aver distratto dal fallimento i beni di quest'ultimo attraverso una delle finanzarie appartenenti all'universo B-Holding. A questo punto ognuno dei "pretendenti" metteva in gioco i propri guardaspalle allo scopo di intimorire l'avversario: Vitalucci con picchiatori locali, pregiudicati albanesi (il boss albanese Ardian Kazazi) e campani, Bianchini con i propri uomini di fiducia. Alla fine la spunta quest'ultimo grazie al decisivo intervento di Carletto "Ro piano", per conto del clan camorristico Gallo-Cavalieri di Torre Annunziata.

I fatti che i giudici del Tribunale di Rimini dovranno esaminare sono proprio la minacce e la tentata estorsione da parte di Vitalucci, Fonti, Zaccheroni (per gli stessi fatti Amici e Kazazi hanno già patteggiato la pena), mentre Bianchini, Tosi, Ricciardi e Platone dovranno rispondere di ricettazione. 

In aula sfilano tutti gli imputati accompagnati dagli avvocati, a differenza di "Mister Karnak" Marco Bianchini e Daniele Tosi, ex direttore di Fingestus S.A. (facente parte dell'universo B-Holding di Bianchini).

Il dibattimento si è aperto con l'istanza di rinvio per legittimo impedimento per l'avvocato di Vitalucci, in quanto impegnato in un altro processo. Il collegio ha ritenuto l'impedimento legittimo ed ha rinviato al 26 giugno per la decisione sulla posizione di Vitalucci. Durante l'udienza sono state affrontate solo alcune questioni preliminari relative a connessione di procedimenti, alla richiesta di revoca degli arresti domiciliari da parte dell'avvocato di Riccardo Ricciardi e alla richiesta di esclusione di Bianchini quale parte civile nei confronti di ZaccheroniIl collegio ha infine comunicato il calendario delle udienze fino a Dicembre: 26 settembre, 10 ottobre, 31 ottobre, 5 dicembre (oltre a quella del 26 giugno prossimo). 

Contemporaneamente ai soggetti coinvolti in queste vicende, le aule giudiziarie riminesi continuano ad essere frequentate dagli altri protagonisti di Criminal Minds. Pochi giorni fa è stata la volta di Ardian Kazazi, del quale si doveva decidere circa l'applicazione della misura di sorveglianza personale, mentre il 5 luglio toccherà all'avvocato di Misano Guglielmo Guerra, per il filone di Criminal Minds sullo sfruttamento della prostituzione, denominato "Misano Connection"

 

Patrick Wild

 

 

Comments:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla